Parodontologia


Protesi parodontale

Caso 1

La malattia parodontale (una volta chiamata piorrea), determina la perdita del supporto di tessuti duri (osso), e molli (gengiva). Conseguenza della malattia parodontale sono le tasche, le recessioni, la migrazione e la mobilita’ dei denti e tutta una serie di altri fattori spiacevoli, quali alitosi,sanguinamento,dolore,fino alla perdita dei denti stessi. Il Parodontologo ha come fine la preservazione e il mantenimento dei denti per evitare estrazioni e impianti o rimandarli nel tempo.

Prima

Dopo

Caso 2

La malattia parodontale (una volta chiamata piorrea), determina la perdita del supporto di tessuti duri (osso), e molli (gengiva). Conseguenza della malattia parodontale sono le tasche, le recessioni, la migrazione e la mobilita’ dei denti e tutta una serie di altri fattori spiacevoli, quali alitosi,sanguinamento,dolore,fino alla perdita dei denti stessi.Il Parodontologo ha come fine la preservazione e il mantenimento dei denti per evitare estrazioni e impianti o rimandarli nel tempo.

Prima

Dopo

Caso 3

Chirurgia forcazioni: In alcuni casi, anziche togliere il dente ed inserire un impianto, si può togliere solo una delle radici o separarle e mantenere ancora il dente per anni, rinviando l’estrazione.

Prima

Dopo

Prima

Dopo

Caso 4

La perdita dei denti si associa spesso a perdita dei tessuti circostanti (gengiva e osso). A volte è necessario ricostruire questi tessuti chirurgicamente o artificialmente per migliorare l’estetica ed evitare i classici denti lunghi.

Prima

Dopo

Caso 5

Correzione gumming smile: sorriso gengivale Si può correggere un “sorriso gengivale” e ripristinare una giusta proporzione tra sorriso, esposizione dei denti e dei tessuti molli.

Prima

Dopo

Chirurgia mucogengivale

Caso 1

E’ la chirurgia utilizzata prevalentemente per le recessioni radicolari, sia a scopo estetico, sia per diminuire la sensibilità dei colletti, ma anche per migliorare la quantità e qualità di gengiva cheratinizzata attorno al colletto delle radici, utile per resistere all’azione meccanica dello spazzolino e a mantenere stabile la posizione della gengiva. Molto utilizzata anche in abbinamento all’implantologia per creare una situazione di tessuti ideale prima di posizionare impianti

Lembo bilaminare

Prima

Dopo

Caso 2

E’ la chirurgia utilizzata prevalentemente per le recessioni radicolari, sia a scopo estetico, sia per diminuire la sensibilità dei colletti, ma anche per migliorare la quantità e qualità di gengiva cheratinizzata attorno al colletto delle radici, utile per resistere all’azione meccanica dello spazzolino e a mantenere stabile la posizione della gengiva. Molto utilizzata anche in abbinamento all’implantologia per creare una situazione di tessuti ideale prima di posizionare impianti.

Lembo bilaminare

Correzione recessioni di 4 denti e corona singola in oro ceramica sul dente 26.

Prima

Dopo

Caso 3

Prima

Dopo

Caso 4

Lembo ruotato

Prima

Dopo